Skip to content
Rovo Stampa E-mail
Il Rovo è rovoun arbusto formato da fusti aggrovigliati, ricoperti da spine.
E' una pianta infestante colonizza spazi vuoti (pianta pioniera) ed è molto resistente, ricresce infatti anche dopo un incendio.
Presenta foglie composte, costituite da 3 o 5 foglioline di forma ovata con picciolo spinoso e margine seghettato.
I fiori presentano sia stami che ovario (ermafroditi), hanno petali bianchi e attirano una gran varietà di insetti, che si nutrono di nettare e provvedono all'impollinazione.

I frutti, le more selvatiche, sono di colore nero bluastro e contengono un succo ricco di vitamina A e C. Sono cibo per gli uccelli che provvedono così alla dispersione dei semi. Sono anche utilizzati per preparare marmellate e in pasticceria.
Secondo la tradizione popolare le more non andrebbero mangiate dopo il giorno di San Michele (29 settembre), poiché in tale data "il demonio ci avrebbe sputato sopra". Questa leggenda è fondata, come spesso accade, su un fatto reale; infatti a fine settembre i frutti sono molli e insipidi.
 
< Prec.   Pros. >

Ambiente