Skip to content
Zanzara Stampa E-mail

La zanzara comune, dalla puntura fastidiosa e innocua, ha il corpo ricoperto di peli e di piccole squame (ciò in parte spiega zanzarail forte ronzio che accompagna il suo volo), grandi occhi composti e un paio di antenne che, nel maschio, sono simili a piume. Ha un unico paio di ali. E' provvista di una lunga proboscide che viene usata per succhiare il sangue dalle vittime.
Vive preferibilmente in ambienti umidi e caldi; è sempre presente in concomitanza di acque stagnanti dove depone una grande quantità di uova e dove si sviluppano le larve.
I maschi si nutrono di nettare; le femmine, per portare a maturazione le uova, hanno bisogno di sangue.
In estate, nelle regioni italiane è molto frequente vedere alla sera grandi sciami di zanzare in volo: sono maschi pronti a fecondare le femmine.
Per la lotta contro le zanzare vengono diffusi alcuni pesci o prosciugati gli acquitrini. La zanzara comune è lunga circa 6 mm e, in riposo, tiene il corpo parallelo alla superficie d'appoggio. L'anofele, la zanzara che vive solamente in alcune regioni tropicali, dove con la sua puntura, trasmette i germi della malaria nell'uomo, tiene, in riposo, il corpo inclinato rispetto alla superficie d'appoggio.

 
< Prec.

Ambiente