Skip to content
Airone Stampa E-mail

airone2Gli Aironi, appartenenti alla famiglia degli ardeidi, sono grandi uccelli con zampe e becco molto lunghi e sottili, che permettono loro di vivere nei fiumi, negli stagni e nelle paludi. Le specie più comuni del Parco del Po sono: l'airone cinerino, la garzetta e l'airone rosso.

L'airone cinerino il più grande tra gli aironi (lungo fino ad un metro); raggiunge un'apertura alare superiore ai due metri in alcuni esemplari. Il piumaggio è grigio a macchie nere sullegarzetta ali e sulla coda. Dietro la nuca presenta due penne filiformi nere. Il nutrimento degli aironi è costituito in prevalenza di piccoli pesci e rane.
Garzetta: è un piccolo airone completamente candido; un tempo le sue piume, molto caratteristiche erano ricercatissime per le signore. La garzetta era oggetto di una spietata caccia oggi fortunatamente è stata proibita. La garzetta è oggi presente quasi unicamente nella zona vercellesi.
Nitticora: è un airone di piccola taglia presente in tutta la pianura padana. Ha il collo e la testa bianchi mentre il resto del corpo è bruno, la ali sono grigie.
nitticora

Gli Aironi vivono in comunità dette garzaie (vere e proprie colonie di nidi costruiti nel folto dei saliceti, vicino alle paludi o in cima ai boschi di pioppi). I piccoli hanno molti nemici (corvi, cornacchie, gazze e rapaci diurni) che vengono tenuti a bada da tutti gli adulti della colonia.
Con il becco lungo e appuntito catturano facilmente pesci, rane, molluschi e grossi insetti che scovano rastrellando il fango.
I termini garzetta e garzaia derivano dalla parola dialettale "sgors", che un tempo definiva in generale gli aironi. Quasi tutti gli aironi possiedono delle lunghe penne sulla nuca (egrette), per abbellimento. All'inizio del secolo scorso, per procurarsi tali penne, usate come decorazione nei cappellini delle donne, sono stati uccisi migliaia e migliaia di aironi.

 
Pros. >

Ambiente