Skip to content
Home arrow Ambiente arrow Storia arrow La Baraggia arrow Soria dei vigneti di Gattinara
Soria dei vigneti di Gattinara Stampa E-mail

La coltura più diffusa nel territorio di Gattinara, è quella della vite; i più antichi documenti riguardanti la viticoltura risalgono al XII secolo.
Negli statuti vercellesi del 1230 si prescrivono norme per limitare la vendita di vino fuori dal territorio in caso di guerre o di carestie.
Nel 1378 Gattinara esportava 480 stari di vino, e per molti secoli la vendemmia venne iniziata solo nel giorno fissato e questo era quando le uve erano giunte a perfetta maturazione, ed il diritto di fissare questa data fu oggetto di liti tra il Marchese e il Comune.
Nel 1525 Mercurino Arborio di Gattinara, cancelliere dell'Impero donava al Duca di Milano, al Duca di Savoia, all'Imperatore Carlo V e al Marchese del Monferrato botti di vino di Gattinara.
Ciò dimostra in quale pregio fosse tenuto il nostro vino già nei primi decenni di questo secolo.
Il Cardinale Mercurio che fu esperto sia di politica che di buon vino, interessato di viti e di vinificazioni, durante la sua permanenza in Spagna, mandava barbatelle con le istruzioni ai parenti che qui curavano i suoi poderi.
Il nome dell'uva Spanna pare derivi da Espana, che si scrive con la tilde sulla "n" per darle il suono del nostro "gn". Per errore quel segno fu interpretato come una seconda "n" omessa e così si lesse Espanna da cui poi venne Spanna.
Il vitigno della Spanna deriva dal Nebbiolo; anche questo vocabolo alcuni vogliono che inizialmente fosse "nobile" e per trasferimento di lettere si tramutò in "Nebiolo". Altri interpretano questo nome per il fatto che matura le sue uve con le prime nebbie autunnali.
La Spanna è un'uva a grappolo medio, graspo grosso, verde rossiccio, acini piccoli e uniformi ed ha un vino di 12/13 gradi alcolici; invecchiando acquista color rubino e profumo delizioso.
Un tempo i lavori richiesti per la coltura della vite erano pochi e consistevano in:
-Potatura e legatura dei tralci;
-Zappatura e concimazione;
-Vendemmia.
Per secoli questa vite produsse a seconda delle condizioni meteorologiche più o meno favorevoli; dal 1850 si ammalò di crittogama, nel 1875 di peronospora e nel 1900 apparve la filossera.
Vi furono annate disastrose prima che si trovassero rimedi che dessero buoni risultati. Tra il 1900 e il 1920 quasi tutti i vigneti furono rinnovati con l'adozione di ceppi americani innestati di Spanna; con tale accorgimento la produzione fu salvata.

 
< Prec.   Pros. >

Ambiente