Skip to content
Home arrow Tradizioni arrow Leggende arrow "Fagiolino e suoi fratelli"
"Fagiolino e suoi fratelli" Stampa E-mail

C'era una volta una donna che non poteva avere figli ed era molto addolorata.
Un giorno andò a trovare una sua amica e le chiese aiuto.
L'amica le diede una manciata di fagioli, le disse di prendere un pentolone di rame, di farli cuocere e di rovesciarli poi sul pavimento.
Tornata a casa, la donna fece come le aveva detto la sua amica.
Quando rovesciò il pentolone vide con grande meraviglia che i fagioli cotti erano diventati tanti piccoli neonati.
La donna era molto contenta di avere dei figli ma ben presto i piccoli incominciarono a chiamarla:
-Mamma, voglio il latte! .........Mamma, voglio i biscotti!
Mamma, ho fame! - mamma! - mammaaa!!!!!-
La donna non ne poteva più, prese la scopa, scopò fuori tutti i piccini come se fossero foglie secche e chiuse bene la porta.
Un piccolo fagiolo era stato però più furbo degli altri e si era nascosto dietro la porta.
Quando rimase solo con la sua mamma saltò fuori.
La donna fu ben contenta di tenerlo, ora che era rimasto solo lui.
Da allora la mamma e Fagiolino (così fu chiamato il piccolo rimasto) vissero felici e contenti.

Alla fine del racconto, i bambini hanno dimostrato perplessità sul comportamento, non certo corretto, della mamma.
Si sono chiesti:- Può una mamma cacciar via di casa i propri figli?-
Ed è così che hanno provato a dare una "sistemazione" a tutti gli altri fagiolini rimasti "orfani".
Leggiamo ......E allora, che fine fecero gli altri fagiolini?

 
< Prec.   Pros. >