Skip to content
Home arrow Tradizioni arrow Leggende arrow Leggende sull'Abbazia di Lucedio
Leggende sull'Abbazia di Lucedio Stampa E-mail
Si narra che sia esistito un passaggio sotterraneo che avrebbe condotto al di fuori delle mura.

La leggenda più inquietante racconta di una forza maligna, sprigionatasi nel vicino cimitero Darola, che si impossessò degli abati e dei monaci dell'abbazia, convertendoli al suo culto. Questi, ormai fuori di senno, approfittarono del loro potere per torturare ed uccidere la povera gente .
Pare che qualcuno riuscì a catturare questa forza maligna e che la imprigionò nelle cripte della chiesa di S. Maria, prima di murarle. Si dice che là sotto vi siano degli abati mummificati seduti su dei troni, disposti in cerchio a fare da custodi a questa forza infernale.

Un'altra leggenda narra che nella Sala Capitolare vi è una colonna che piange. In questa sala venivano svolti i processi e decise le torture: la colonna ancora oggi verserebbe lacrime per le orrende azioni commesse. La spiegazione del fenomeno è piuttosto semplice; pare che la colonna sia costituita da una pietra più porosa delle altre e che assorba l'acqua e l'umidità dal terreno, per rilasciarla in particolari condizioni climatiche.
 
< Prec.   Pros. >