Skip to content
La leva Stampa E-mail

Tradizione datata e comune a molti paesi del Vercellese, la leva è la festa dei ragazzi e delle ragazze che in corso d'anno compiranno diciotto anni. I giovani sono detti "coscritti" ad indicare che sono nati e "iscritti ufficialmente" nello stesso anno. Un tempo la festa era riservata ai maschi e probabilmente il termine "leva" stava ad indicare chi, nato contemporaneamente, sarebbe anche partito militare nello stesso periodo. Ai nostri giorni la festa si svolge normalmente in febbraio: è tradizione che i coscritti portino sulle spalle la statua della Madonna di Lourdes nella processione dell' 11 febbraio. I festeggiamenti si aprono con una serata danzante in cui i neo o futuri maggiorenni si presentano in abito da sera ed aprono le danze sotto gli occhi orgogliosi di genitori, nonni, zii, parenti ed amici. Per l'occasione i coscritti indossano un grande foulard sulle spalle ricamato a seconda dei gusti personali del gruppo, spesso personalizzato, ma comunque sempre inneggiante in modo simpatico alla leva, tanto è vero che l'anno di nascita viene sempre scritto. Durante la serata sono concesse contenute follie e alle 11.00 del mattino dopo, spesso senza aver dormito, gli eroi si presentano a Messa durante la quale viene benedetta la bandiera della leva. Segue la tradizionale foto di gruppo sotto il monumento a Galileo Ferraris e poi i giovani si concedono un lauto pranzo. Nel pomeriggio si esce tutti insieme e la sera... discoteca nel tendone da ballo appositamente preparato. E'uso anche continuare la festa "andando a trovare" un sabato dopo l'altro, i coscritti dei paesi vicini. Nel nostro paese questa festa è molto sentita, anche perché i coscritti sono uniti da vincoli d'amicizia: nascendo in un piccolo paese ci si conosce tutti, si frequentano insieme le scuole, si fa insieme la vita da pendolari e... ...quando gli anni passano può succedere di ritrovare in fondo a qualche cassetto il foulard della leva a ricordo di una bella festa, senza dimenticare che i coscritti, organizzati dai due capoleva (un ragazzo e una ragazza) si riuniscono ancora a festeggiare i 19 anni i 20, i 25, i 30 e...chi più ne ha festeggi!!!

 
< Prec.   Pros. >