Skip to content
Rana Stampa E-mail

rana2La rana è un anfibio, cioè è capace di vivere bene sia sulla terra che nell’acqua. Ha la pelle nuda, due occhi molto sporgenti; le due zampe posteriori sono lunghe, muscolose e piegate a Z e con le dita palmate. E’ un’ottima saltatrice e nuotatrice. Respira sia per mezzo dei polmoni che della pelle.
Si nasconde tra l’erba per gran parte del tempo, ma, durante la riproduzione, è quasi sempre nell’acqua di stagni, fossi e paludi, dove depone le sue uova. Spesso salta sulle rive per catturare gli insetti di cui si nutre.
Si nutre di insetti e uova di pesce. Attende le prede pazientemente appostata tra l’erba. Appena si accorge di avere a tiro un insetto, ribalta su di esso la sua lingua appiccicosa, poi la ripiega in bocca e inghiotte l’insetto senza masticarlo.
E' facile incontrarla soprattutto in primavera. Non lascia impronte sul terreno, ma la rana maschio gracida e la rana femmina depone una grande quantità di uova, immerse in uno strato gelatinoso.
I piccoli, chiamati girini, nascono muniti di branchie e sono capaci di respirare soltanto l’ossigeno disciolto nell’acqua; poi subiscono una metamorfosi che li trasforma da animali acquatici in animali terrestri. Al sopraggiungere del primo freddo, la rana si rintana nel fango e rimane in letargo fino al ritorno della primavera.

 
< Prec.

Ambiente