Skip to content
Home arrow Tradizioni arrow Leggende arrow "Bela Cera"
"Bela Cera" Stampa E-mail

Tanto tempo fa si aggirava per le nostre contrade un brigante di nome Bela Cera. In dialetto piemontese "Bela Cera" significa "bella faccia".
Tutti temevano questo bandito dal viso bellissimo e le donne non viaggiavano volentieri da sole per paura di essere derubate.
Un giorno, alcune ragazze che andavano al mercato, lungo la strada, incontrarono un bel giovanotto.
Una di queste ragazze esclamò:
-Monssù, farebbe un po’ di strada con noi? Ci accompagnerebbe fino al mercato?-
Un’altra ragazza aggiunse:- Sapete signore, ci sono certi briganti qua in giro! Soprattutto abbiamo paura di imbatterci nel Bela Cera-
Il giovanotto rispose:
- Certo vi accompagnerò volentieri.-
Allora si misero in cammino e, strada facendo, parlavano male del famoso brigante.
Arrivati al bivio, una ragazza esclamò:
- Noi dobbiamo andare da quella parte, venite con noi?-
Ma il giovanotto spiegò che lui doveva andare per l’altra via e con un bell’inchino, togliendosi il cappello, esclamò:
- Donne, il Bela Cera vi saluta!!!-
E tra lo stupore generale il bandito lasciò la compagnia.

 
< Prec.   Pros. >