Skip to content
Home arrow Ambiente arrow Acqua arrow Il sistema idrico arrow L'acquedotto di Balzola
L'acquedotto di Balzola Stampa E-mail

L’altezza della torre dell'qacuedotto di Balzola è di 20 metri da terra a pelo d’acqua. Non è più in funzione da circa tre anni, da quando Balzola è stata allacciata all’acquedotto del Monferrato.
L’acquedotto comunale è entrato un funzione per la prima volta il 1° gennaio 1965 e l’acqua veniva spinta in rete mediante autoclavi.
Dal 1973 era entrata in funzione la torre. L’acqua cioè viene prima estratta dal sottosuolo mediante pompe sommerse, quindi spinta per mezzo di autoclavi nella cisterna di raccolta della torre e di qui per caduta libera va in rete con una pressione che è proporzionale all’altezza della torre.
Nel 1987, a seguito dell’inquinamento provocato da sostanze chimiche quali atrazina e bentazone, usate in agricoltura, il percorso dell’acqua che va dai pozzi di estrazione alla torre per la distribuzione viene mediato dal passaggio in un complesso di depurazione ai carboni attivi, rimasto in funzione fino a tre anni fa (installato dalla ditta BADEM ITALIANA).
Del complesso facevano parte anche un dissabbiatore e un ozonizzatore.

 
< Prec.

Ambiente